Vai al contenuto


Foto

Morto Il Regista Carlo Vanzina

vanzina

  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 2 risposte

#1 gianca

gianca

    .: mod :.

  • gianca
  • 14564 Messaggi:

Inviato 08 lug 2018 - 19:26

Non era un regista grandissimo ma Carlo Vanzina è stato autore prolifico e popolarissimo nel cinema italiano. Non credo esista un italiano sui quaranta anni che non abbia mai visto un suo film. Io personalmente credo di averne visto almeno una ventina tra cinema e TV.

Tra i miei preferiti Ecceziunale Veramente con Abatantuono al meglio.


Oh! Capitano, mio Capitano, il tremendo viaggio è compiuto (...) Ma o cuore, cuore, cuore,O stillanti gocce rosse. Dove sul ponte giace il mio Capitano.Caduto freddo e morto. O Capitano, mio Capitano, levati e ascolta le campane.Levati, per te la bandiera sventola, squilla per te la tromba;Per te mazzi e corone e nastri; per te le sponde si affollano;Te acclamano le folle ondeggianti, volgendo i cupidi volti.(...) Il mio Capitano tace: le sue labbra sono pallide e serrate(...);La nave è ancorata sicura e ferma ed il ciclo del viaggio è compiuto.Dal tremendo viaggio la nave vincitrice arriva col compito esaurito,Esultino le sponde e suonino le campane!Ma io con passo dolorante passeggio sul ponte, ove giace il mio Capitano caduto freddo e morto. (W. Withman)  :birgsal:

 

 

 

 


#2 magic man

magic man

    cuboide :.

  • magic
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • 16634 Messaggi:

Inviato 10 lug 2018 - 22:09

Ho visto pochissimo della sua filmografia: non era il mio genere e non mi faceva ridere. occorre riconoscergli l'abilià nell'andare incontro ai gusti del grande pubblico e nel mantenersi prolifico e "vincente" nel suo lavoro nell'arco di un lunghissimo periodo di tempo. RIP


"Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare" (Martin Niemöller)


#3 gianca

gianca

    .: mod :.

  • gianca
  • 14564 Messaggi:

Inviato 11 lug 2018 - 12:26

Volendo fare una piccola lettura dei suoi film diciamo che essi compensarono quelli della Commedia All'Italiana degli anni sessanta che ormai erano estinti negli anni Ottanta.  Quelli vivevano sulle spalle di interpreti formidabili come Sordi, Gassman, Tognazzi e Manfredi invece carlo vanzina si servì di comprimari che non potevano reggere da soli il peso di un film. Essi erano il giovane De Sica, jerry calà, Boldi ecceterà, da essi derivò un tono "corale" dei suoi films. E' questa la sua tipicità. I suoi film che si reggono su un solo interpreete sono quelli dell'inizio, poi Vanzina trovò la sua specialità, il suo "modo" di fare film, molti attori, molte scenette.


Oh! Capitano, mio Capitano, il tremendo viaggio è compiuto (...) Ma o cuore, cuore, cuore,O stillanti gocce rosse. Dove sul ponte giace il mio Capitano.Caduto freddo e morto. O Capitano, mio Capitano, levati e ascolta le campane.Levati, per te la bandiera sventola, squilla per te la tromba;Per te mazzi e corone e nastri; per te le sponde si affollano;Te acclamano le folle ondeggianti, volgendo i cupidi volti.(...) Il mio Capitano tace: le sue labbra sono pallide e serrate(...);La nave è ancorata sicura e ferma ed il ciclo del viaggio è compiuto.Dal tremendo viaggio la nave vincitrice arriva col compito esaurito,Esultino le sponde e suonino le campane!Ma io con passo dolorante passeggio sul ponte, ove giace il mio Capitano caduto freddo e morto. (W. Withman)  :birgsal:

 

 

 

 





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi