Vai al contenuto


Foto

Bowe Vs Holyfield Come Joshua Vs Usyk


  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 158 risposte

#1 Interceptor

Interceptor

    avanzato :.

  • Membri
  • StellaStella
  • 284 Messaggi:

Inviato 31 dic 2018 - 19:16

Stavo vedendo degli spezzoni della trilogia Bowe vs Holyfield e vedendo alcuni scambi mi è venuto in mente che x dimensioni dei pugili e dinamiche di carriera se si farà un Usyk vs Joshua potrebbe avere moltissime analogie con Bowe Holyfield.
Mi spiego, dimensioni di Usyk simili a Holyfield e di Joshua simili a Bowe.
Usyk che viene dai cruiser come Holyfield.
Entrambi i pugili imbattuti al momento del match.
Il pugile più "piccolo" con con qualche anno in più...
Sugli stili non saprei pronunciarmi. Dite voi...
La storia dice che nonostante la differenza di stazza(circa 10 cm e 15kg in entrambi i casi) sono stati scontri molto combattuti.
Che ne dite? Sono deliri post raffreddore o è una interessante chiave di lettura?! :D
Ps. Buon anno a tutti...

#2 gianca

gianca

    .: mod :.

  • gianca
  • 15232 Messaggi:

Inviato 31 dic 2018 - 19:41

Buon Anno Nuovo a te. E' tutto quello che posso scrivere.


Oh! Capitano, mio Capitano, il tremendo viaggio è compiuto (...) Ma o cuore, cuore, cuore,O stillanti gocce rosse. Dove sul ponte giace il mio Capitano.Caduto freddo e morto. O Capitano, mio Capitano, levati e ascolta le campane.Levati, per te la bandiera sventola, squilla per te la tromba;Per te mazzi e corone e nastri; per te le sponde si affollano;Te acclamano le folle ondeggianti, volgendo i cupidi volti.(...) Il mio Capitano tace: le sue labbra sono pallide e serrate(...);La nave è ancorata sicura e ferma ed il ciclo del viaggio è compiuto.Dal tremendo viaggio la nave vincitrice arriva col compito esaurito,Esultino le sponde e suonino le campane!Ma io con passo dolorante passeggio sul ponte, ove giace il mio Capitano caduto freddo e morto. (W. Withman)  :birgsal:

 

 

 

 


#3 davide_boxe

davide_boxe

    oracolo :.

  • Membri
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • 3934 Messaggi:

Inviato 02 gen 2019 - 00:43

Holyfield da massimo era 1,86 per 94 kg; Bowe 196 per 106 kg.
Usyk è più alto di Holy, ma non sappiamo quanto peserebbe da massimo. Joshua è quasi della stessa altezza di Bowe ma più pesante.
Il parallelo tra loro è interessante.

Modificata da davide_boxe, 02 gen 2019 - 00:43.


#4 TheExecutioner

TheExecutioner

    affermato :.

  • Membri
  • StellaStellaStella
  • 508 Messaggi:

Inviato 02 gen 2019 - 01:39

Secondo me invece al di là' della somiglianza di stazza non trovo analogie fra le coppie in questione.
Bowe e Joshua sono diversissimi tra di loro: Bowe aveva un ottimo jab, molto pesante, potenza sul colpo singolo sicuramente superiore a Joshua che è più un demolitore e delle lacune difensive che lo portavano a essere un bersaglio non impossibile da centrare.Bowe tendeva a prendere peso e non era un maniaco dell'allenamento come Joshua che sotto questo punto di vista è impeccabile.
Tra Holyfield e Usyk l'unica analogia che vedo è il footwork dell'Holyfield giovane che poteva assomigliare a quello di Usyk, per il resto sono due pugili completamente differenti.

#5 tucboro

tucboro

    esperto :.

  • Membri
  • StellaStellaStellaStella
  • 1997 Messaggi:

Inviato 02 gen 2019 - 16:08

Concordo sul fatto che le analogie tra le due coppie siano più "metriche" che altro.

Sul fatto che Bowe sia sicuramente superiore sul colpo singolo a Joshua proprio no: Joshua non è Wilder ma non ci va leggero, e dove mai Bowe ha mostrato una potenza devastante? Mai, a mio giudizio.



#6 Jack

Jack

    affermato :.

  • Membri
  • StellaStellaStella
  • 903 Messaggi:

Inviato 02 gen 2019 - 18:15

Per me l'analogia principale tra i due incontri riguarda il fatto che sia Usyk che Holyfield sono stati indiscussi campioni dei cruiser. Sarebbero probabilmente due incontri molto diversi tanto lo sono l'americano e l'ucraino e ancor più Bowe e Joshua. Concordo che Bowe non avesse una potenza devastante, ma una tecnica notevole e una mole di rilievo indubbiamente.

#7 Mark

Mark

    esperto :.

  • Membri
  • StellaStellaStellaStella
  • 1994 Messaggi:

Inviato 02 gen 2019 - 19:17

Anche secondo me a stili siamo proprio diversi, pertanto il confronto non lo vedo molto azzeccato

#8 bepiros

bepiros

    affermato :.

  • Membri
  • StellaStellaStella
  • 852 Messaggi:

Inviato 02 gen 2019 - 20:45

Di certo il match non si svolgerebbe in quel modo, testa a testa scambiandosi tanti di quei colpi come raramente ho visto in un mondiale dei massimi. Anche secondo me Joshua ha un colpo singolo molto importante quello che ha meno di Bowe è la capacità di tenere dei ritmi così alti per tutto un incontro.

#9 Bonavena

Bonavena

    avanzato :.

  • Membri
  • StellaStella
  • 230 Messaggi:

Inviato 02 gen 2019 - 21:11

Per me Holyfield e Bowe sono superiori a Usyk e Joshua. Sì Bowe non era un grande picchiatore ma era veloce e, principalmente, preciso nei suoi colpi, per questo faceva male e vinceva molti incontri prima del limite. Poi mentre Holyfield era molto forte di "testa", Bowe avena in essa molti problemi. Un'analogia potrebbe essere che Bowe rispetto a Holyfield, singolarmente, era migliore, più forte. Credo che anche tra Joshua e Usyk il più forte sia Joshua, ma non ne sono certo. Come ho detto altre volte non riesco ancora a definire il reale valore di Joshua, ha bisogno di alcuni incontri con pugili importanti, prima di sapere quanto valga realmente.



#10 magic man

magic man

    cuboide :.

  • magic
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • 17813 Messaggi:

Inviato 02 gen 2019 - 21:35

Per me Holyfield e Bowe sono superiori a Usyk e Joshua.

 

Secondo me invece Usyk è superiore ad Holyfield. Bowe e Joshua li trovo più difficili da confrontare, oggi come oggi direi che Bowe fosse più forte, ma non escludo che Joshua possa stupirmi in futuro.


"Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare" (Martin Niemöller)


#11 Muresan80

Muresan80

    intoccabile :.

  • Ammonito
  • 7155 Messaggi:

Inviato 02 gen 2019 - 21:50

Per me Usyk e Joshua sono superiore a Holy e Bowe e credo che linglese sia molto sottovalutato inoltre credo che sia pure sottovalutata la sua potenza sul colpo singolo alla fine ogni volta che colpisce duro lascia danni notevoli.
Tutti mi descrivono come una leggenda delle corse, io preferirei essere ricordato come un guerriero, uno che non ha mai mollato La vita è fatta di Passioni. Grazie per aver condiviso la mia.

Michael Schumacher

#12 TheExecutioner

TheExecutioner

    affermato :.

  • Membri
  • StellaStellaStella
  • 508 Messaggi:

Inviato 02 gen 2019 - 23:40

Comunque Holyfield Usyk è il fantasy che preferirei vedere di più in assoluto.

#13 Bonavena

Bonavena

    avanzato :.

  • Membri
  • StellaStella
  • 230 Messaggi:

Inviato 03 gen 2019 - 01:58

Magic, ma Usyk come peso massimo credo sia ancora tutto da scoprire! Poi superiore ad Holyfield? Per me, al contrario di quello che dicono in America, dove lo considerano tra i migliori in assoluto, Holyfield è nella parte destra della classifica. Ma se Usyk è superiore a lui è superiore anche a Tyson, o almeno al suo livello (Tyson probabilmente e nella parte sinistra della classifica, ma nelle ultime posizioni. Come dire che tra lui ed Holyfield la differenza non è poi molta). Non credo, o almeno adesso ha fatto ancora molto poco per asserirlo. Poi quello che farà in futuro per ora non si sa.


Modificata da Bonavena, 03 gen 2019 - 02:03.


#14 Jack

Jack

    affermato :.

  • Membri
  • StellaStellaStella
  • 903 Messaggi:

Inviato 03 gen 2019 - 08:51

Per me Holyfield non è inferiore a Usyk, penso che il livello qualitativo possa essere simile, anche se sono pugili molto diversi.

#15 Bonavena

Bonavena

    avanzato :.

  • Membri
  • StellaStella
  • 230 Messaggi:

Inviato 03 gen 2019 - 09:39

Per ora penso non si possa dire che Usyk sia superiore a Holyfield, poi col tempo si vedrà. Mi ricordo di molti esempi di pugili di cui si affermava che erano sicuri campioni, che ricordavano Joe Louis etc etc, ma che poi col tempo si sono sgonfiati. Un esempio? Mac Foster. Il nuovo Louis lo definivano in America. Dopo la dura sconfitta con Quarry si è liquefatto.



#16 magic man

magic man

    cuboide :.

  • magic
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • 17813 Messaggi:

Inviato 03 gen 2019 - 12:24

Intendiamoci. Quando dico che ritengo Usyk più forte di Holyfield non intendo dire che l'ucraino abbia già superato ciò che The Real Deal fece in carriera. Allo stato attuale dei fatti ha certamente fatto di meno e se dovesse ritirarsi domani non lo metterei affatto davanti a Holyfield in una classifica storica P4P. Il mio è piuttosto un giudizio personale sulla base di quanto ho avuto modo di vedere fino ad oggi. Mi riferisco quindi all'impressione visiva che ho tratto delle qualità dell'ucraino, che a mio parere ha qualcosa in più essendo più versatile e dotato di una maggiore quantità di frecce al proprio arco. Ora che passerà tra i pesi massimi vedremo se ho ragione o se mi sbaglio.


"Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare" (Martin Niemöller)


#17 TheExecutioner

TheExecutioner

    affermato :.

  • Membri
  • StellaStellaStella
  • 508 Messaggi:

Inviato 03 gen 2019 - 13:43

Boh ragazzi comunque se andate a rivedervi alcuni ko di Bowe, ce ne sono diversi che sono brutali, per me sul colpo singolo era molto potente.

#18 TheExecutioner

TheExecutioner

    affermato :.

  • Membri
  • StellaStellaStella
  • 508 Messaggi:

Inviato 03 gen 2019 - 13:49

Poi per quanto riguarda Joshua credo che Usyk sia perfetto come stile per esaltare le lacune dell'inglese che è un pugile molto statico e sicuramente soffre avversari molto mobili e rapidi, solo che non ne ha ancora affrontati di questo tipo, a parte un Wlad 41enne seppur in gran forma.

#19 Bonavena

Bonavena

    avanzato :.

  • Membri
  • StellaStella
  • 230 Messaggi:

Inviato 03 gen 2019 - 14:56

Anche prendendo in considerazione Holyfield prima del match con Douglas mi è difficile pensare che l'Usyk di Bellew, per esempio, sia migliore di quell'Holyfield. E' sufficiente guardare il suo match con Dokes per vedere la grande differenza tra i due pugili. Dokes nel 1989 non era più il pugile di 7-8 anni prima ma era sempre un pugile molto tosto, ancora presente nelle classifiche mondiali. Alcune sue caratteristiche da confrontare con Usyk: la guardia, la mobilità sul ring, la sua elasticità, il dinamismo, la continuità offensiva, il ritmo nel match. E di fronte come detto aveva un pugile tosto. Dokes rispondeva colpo su colpo ed era ancora molto veloce e preciso. Vedi il 3° round. Poi la bellezza e l'intensità dall'ottavo al decimo round, sono cosa molto difficile da ritrovare nei pugili odierni. La reazione di Holyfield nell'ottavo e poi la chiusura del match nel decimo. Sapendo poi tutto quello che Holyfield aveva fatto prima (nei mediomassimi da dilettante, nei cruiser) e dopo (le tre conquiste nei massimi i tanti mondiali disputati). Mi sembra difficile pensare che Usyk gli sia superiore. 



#20 magic man

magic man

    cuboide :.

  • magic
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • 17813 Messaggi:

Inviato 03 gen 2019 - 15:30

Maurizio, credo che la tua valutazione sia inficiata da una conoscenza piuttosto marginale di Usyk, probabilmente basata sul solo match con Bellew. Parto dall'ultima parte del tuo post, in cui tiri in ballo quanto fatto da Holyfield da dilettante e da cruiser. Davvero credi che Usyk abbia fatto molto meno? L'ucraino ha chiuso la carriera dilettantistica con un record di 335 vittorie e 15 sconfitte, numericamente quindi superiore a quello di Holyfield, che risulta di 160 vittorie e 14 sconfitte. In termini di palmares Holyfield ha messo in bacheca un argento ai giochi panamericani e un oro olimpico; Usyk ha conquistato invece in ordine cronologico un bronzo e un oro agli europei, un bronzo e un oro ai mondiali e un oro olimpico. Nel complesso quindi i risultati dilettantistici pendono dalla parte di Usyk, anche se è indubbio che quest'ultimo sia passato professionista più tardi e che questo lo abbia aiutato a vincere di più avendo più tempo a disposizione. Anche da cruiser non mi sembra affatto che Holyfield abbia fatto di più. Le sue vittorie rilevanti furono le due contro Qawi e quella con De Leon, eccellenti vittorie per carità, ma tranquillamente paragonabili a quelle che Usyk ha conseguito contro Briedis e Gassiev, entrambe conseguite in trasferta davanti a un pubblico ostile. L'ucraino da cruiser è andato del resto a giocarsi titoli mondiali in trasferta ben 6 volte su 7 (l'unica eccezione fu in campo neutro) e anche questo ha il suo peso.

 

Sul fatto che poi Holyfield abbia dalla sua quanto fatto nei massimi non discuto, ed infatti riconosco che al momento merita un piazzamento migliore nel tempio dei grandi del pugilato. Mentre sulle caratteristiche, anche qui sono in disaccordo e ritengo che la tua posizione sia poco approfondita. Hai citato infatti ritmo e continuità di azione come aspetti in cui Holyfield sarebbe superiore ad Usyk quando in realtà proprio il ritmo e la continuità di azione sono caratteristiche nelle quali l'ucraino ha pochi eguali nella storia (in rapporto alla categoria di peso ovviamente). Mi sembra evidente che il tuo giudizio si basi sul match con Bellew, in cui Usyk è stato protagonista di una prima fase molto guardinga e paziente: una chiara scelta tattica funzionale a disinnescare la velocità di braccia dell'avversario, pericolosa soprattutto nei primi round, per poi prendere il sopravvento strada facendo. Ma basta prendere in considerazione i numeri messi in piedi da Usyk nei suoi mondiali precedenti per restare a bocca aperta di fronte al suo workrate: 939 colpi portati contro Gassiev, 848 contro Briedis, 758 contro Huck (in meno di 10 riprese), 905 contro Hunter... Cifre piuttosto sbalorditive tenendo conto dell'importanza dei match e del valore degli avversari. 

 

Anche altre doti che citi quali "mobilità", "elasticità" e "dinamismo" sono punti di forza assoluti dell'ucraino. Forse solo alla voce "guardia" si può sostenere con certezza che Holyfield fosse "più coperto", ma questo attiene più che altro allo stile, dato che Usyk preferisce affidarsi a riflessi e schivate in fase difensiva piuttosto che alle braccia alte.


Per chiarezza ci tengo a specificare che il mio intervento non intende affatto sminuire Holyfield, che ritengo essere stato un grandissimo pugile. Penso anzi che nelle varie doti citate in precedenza sia stato anche lui un fuoriclasse assoluto (tranne che per la voce "mobilità", nella quale la superiorità di Usyk mi sembra piuttosto chiara). Sostengo soltanto che non sia affatto oggettiva la superiorità dell'americano nelle varie voci considerate rispetto all'ucraino e che sia legittimo avere un'impressione visiva in senso contrario.


"Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare" (Martin Niemöller)


#21 Bonavena

Bonavena

    avanzato :.

  • Membri
  • StellaStella
  • 230 Messaggi:

Inviato 04 gen 2019 - 04:19

Sì, non conosco Usyk approfonditamente, non lo conosco come dilettante. L'ho visto soltanto in tre incontri con Bellew, con Gassiev e con Briedis. Se dicessi che sono stato conquistato direi una bugia. Ma questo dipende anche dal suo stile, dalla sua maniera di boxare. Una volta lo avremmo definito: è un pugile dell'est. La guardia, la boxe attendista. Uno stile molto da "amateur", la boxe quasi esclusivamente dalla distanza, il più delle volte colpetti o colpi isolati. Sarebbe stato definito un ottimo pugile, ma dalla boxe un po' noiosa. Del resto questo sarebbe stata la definizione a cui sarebbero stati sottoposti molti pugili di primo piano odierni, lo stesso GGG, ad esempio. Se si esclude dal proprio manuale il corpo-a-corpo, l'intensità offensiva, il cercare di portare sempre o spesso colpi caricati si rischia di far nascere tanti Patrizio Oliva. Ottimo pugile, ma dalla boxe un poco scolastica. Molto da "amateur". Ho nominato prima il match tra Holyfield e Dokes perché era un match intenso, sul "dai senza temere di prendere". Più volte si è parlato nel sito, su diverse epoche pugilisti,che su differenti maniere di concepire il pugilato. Ecco dall'89 al '18 sono passati meno di 30 anni, ma nonostante questo, per me, si tratta di due epoche diverse. Gli amanti del pugilato odierno non saranno d'accordo ma non possono vietarmi di pensare che i pugili odierni, lo stesso Usyk quindi, siano meno completi dal punto di vista tecnico di quelli di 30  o più anni fa. La varietà dei colpi e l'abilità di boxare anche a corta distanza o a contatto, principalmente.



#22 Bonavena

Bonavena

    avanzato :.

  • Membri
  • StellaStella
  • 230 Messaggi:

Inviato 04 gen 2019 - 04:36

Holyfield pur mancando dell'efficacia necessaria per essere considerato realmente un numero uno tra i pesi massimi, era al contrario un pugile con un bagaglio tecnico completo. Il suo pugilato non era tra i più spettacolari al suo tempo, ma rispetto ai pugili odierni vedere, ri-vedere i suoi incontri fa una bella impressione.



#23 TheExecutioner

TheExecutioner

    affermato :.

  • Membri
  • StellaStellaStella
  • 508 Messaggi:

Inviato 04 gen 2019 - 09:18

Holyfield pur mancando dell'efficacia necessaria per essere considerato realmente un numero uno tra i pesi massimi, era al contrario un pugile con un bagaglio tecnico completo.


Considerato che fino a 37 anni suonati e cioè il primo match con Lewis ha combattuto con tutti i migliori, perdendo solamente da Bowe ( il primo match con Moorer non lo considero nemmeno perché combatte' con una spalla fuori uso, infatti nella rivincita abbiamo visto cosa è successo) mi sembra che l'efficacia necessaria ce l'avesse. Ha sconfitto nettamente Tyson, è stato il primo ad atterrare Mercer, ha vinto ai punti contro l'ancora ottimo Foreman e in ultimo nei match con Lewis a quasi 38 anni nonostante abbia beneficiato di un regalo dei giudici nel primo match, nel rematch ha offerto una grande prestazione perdendo di strettissima misura, e molti ritenevano addirittura più giusto un pari. A me sembrano numeri abbastanza impressionanti per uno che veniva dai cruiser e che in termini di stazza pagava un discreto gap contro quasi tutti i suoi avversari ed è restato per oltre un decennio al top nei massimi.

#24 hey Má

hey Má

    oracolo :.

  • Membri
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • 2332 Messaggi:

Inviato 04 gen 2019 - 10:35

Sarebbe stato definito un ottimo pugile, ma dalla boxe un po' noiosa.[...]si rischia di far nascere tanti Patrizio Oliva. Ottimo pugile, ma dalla boxe un poco scolastica. Molto da "amateur". [...] non possono vietarmi di pensare che i pugili odierni, lo stesso Usyk quindi, siano meno completi dal punto di vista tecnico di quelli di 30  o più anni fa.

Non sono un"amante del pugilato moderno" e non mi sogno di vietare niente a nessuno, ma sentir definire Usyk noioso e scolastico mi pare una trollata bella e buona.
Fa il paio con la storiella di Fury che batterebbe Alí:questo forum a volte riserva delle sorprese.
Non contesto in assoluto la consueta(da parte tua) affermazione che i pugili di 30 e più anni fa erano più completi di quelli di oggi( considerando che implicitamente fai riferimento solo ai pesi massimi) ma definire incompleto l'ucraino mi pare come minimo prevenuto.
Ma poi, che cosa significa avere una boxe "scolastica" in questo caso? Saper portate i colpi come Cristo comanda? Avere reattività e precisione? Duttilità tattica? In cosa Holyfield sarebbe più pro di Usyk, nell'uso della testate e del gioco sporco?
Ovviamente non possiamo fare paragoni tra i due nei massimi visto che l'ucraino non ha fatto ancora un solo incontro da heavy, ma senza nulla togliere a the real deal, non mi pare che da cruiser abbia fatto molto più dell'ucraino, né in termini di carriera che di valore degli avversari. Il paragone con Oliva, per quanto io sia stato grande fan del napoletano, mi lascia sconcertato. Perché tanto odio?

Modificata da hey Má, 04 gen 2019 - 10:42.


#25 magic man

magic man

    cuboide :.

  • magic
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • 17813 Messaggi:

Inviato 04 gen 2019 - 10:42

Secondo me Usyk in termini di "completezza" del suo pugilato non ha nulla da invidiare ai pugili di 30 anni fa, anzi, raramente ho visto un pugile più completo dell'ucraino: veloce di gambe e di braccia, continuo nell'azione, capace di variare tattica a seconda del match (elusivo con Glowacki, Gassiev, aggressore con Huck, Bellew), ottimo incassatore, vario nei colpi: davvero non vedo un singolo aspetto in cui possa essere definito carente o deficitario.


"Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare" (Martin Niemöller)


#26 hey Má

hey Má

    oracolo :.

  • Membri
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • 2332 Messaggi:

Inviato 04 gen 2019 - 10:48

Esatto. A parte la potenza che é nella media ( compensata peraltro da una precisione chirurgica) eccelle in ogni aspetto.
Io dico che ci troviamo di fronte ad un all time. Poi, certo, si stava meglio quando si stava peggio...

#27 Bonavena

Bonavena

    avanzato :.

  • Membri
  • StellaStella
  • 230 Messaggi:

Inviato 04 gen 2019 - 11:07

E' difficile avere lo stesso metro di giudizio, perché il pugilato era diverso negli anni sessanta o settanta. Come era diverso quello degli anni venti etc etc. Come ho detto in un'altra occasione chi si è formato con quei canoni ha altri metri di giudizio. Quello del venti diversi da quello del sessanta, entrambi da quello del nuovo secolo.  Le stesse parole o valutazioni su singoli aspetti, molte volte corrispondono a parametri diversi. Esempio le valutazioni di un Johnson, di un Dempsey e di un Ali. Sono agli antipodi, incomunicabili direi. Non credo che oggi ci sia nessuno, escluso l'eccezione che conferma poi, in definiva, la regola, che definisca Jack Johnson il più completo peso massimo di sempre, o anche chi definisca la tecnica di Ali molto approssimativa e incompleta. Eppure ci sono , e molti più ci sono stati in passato questi. Allora la grande maggioranza la pensava così (su Alì era così, Johnson si divideva il titolo doi più completo riguardo la tecnica con Louis). Mi immagino i giudizi di molti di costoro su un Fury o su un Wilder!


Modificata da Bonavena, 04 gen 2019 - 11:08.


#28 hey Má

hey Má

    oracolo :.

  • Membri
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • 2332 Messaggi:

Inviato 04 gen 2019 - 11:43

Senti Maurizio, prima il pugilato si studiava sui libri, pardon sugli articoli di giornalisti (spesso)narcisisti e senza contradittorio.
Oggi possiamo vedere e rivedere una quantità sterminata di filmati, per di più avendo a disposizione una moviola personale e una serie di informazioni statistiche e storiche immediatamente fruibili.
Te lo dice uno abbastanza vecchio da ricordare le ultime sconfitte di Alí. L'idea che mi ero fatto dei pugili prima dell'avvento massiccio della rete era ben diversa dal giudizio che mi son fatto seguendo la boxe da fruitore passivo.
Dire che un Johnson é più completo di un Alí,aldilà della liberta di opinioni, resta una minchiata, però fino a trent'anni fa poteva essere in buona fede, oggi sarebbe o ignoranza o quel pregiudizio che ti porta a mitizzare epoche passate,appunto, il "si stava meglio quando si stava peggio".
Poi c'è chi vede Fury superiore ad Alí, ma quellon3 un attacco pedonale nei miei confronti

#29 magic man

magic man

    cuboide :.

  • magic
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • 17813 Messaggi:

Inviato 04 gen 2019 - 11:48

Un "attacco pedonale" è un refuso bellissimo  :lolz:


"Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare" (Martin Niemöller)


#30 Bonavena

Bonavena

    avanzato :.

  • Membri
  • StellaStella
  • 230 Messaggi:

Inviato 04 gen 2019 - 12:23

I film esistevano anche allora. I termini sono sempre duri, da parte di persone che non accettano diverse opinioni. Già ho detto più volte che le opinioni di allora valevano quelle di adesso, per voi forse no ma neanche per loro forse no. Forse allora non avrebbero usato il termine "minchiata", ma più educatamente il termine incompetenza a chi avesse avvicinato Ali, Frazier, Holmes, Holyfield etc etc a un Johnson, o ad altri pugili di un tempo.






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi